adplus-dvertising

Cosa significa linguaggio laconico?

Sommario

Cosa significa linguaggio laconico?

Cosa significa linguaggio laconico?

Riferito al modo di parlare o di scrivere, breve, conciso (in quanto si attribuiva agli Spartani l'abitudine all'espressione sobria e sentenziosa): stile l., una risposta l.; anche di persona che si esprime concisamente, che è di solito o in singoli casi di poche parole: un uomo l.; nella sua lettera fu molto laconico.

Che significa laconico e ciarliero?

[di persona, che (come si tramandava degli spartani) non si dilunga in parole inutili] ≈ asciutto, conciso, di poche parole. ‖ taciturno. ↔ ciarliero, logorroico, loquace, prolisso, verboso. b.

Come sei laconico?

Questo aggettivo viene usato correntemente in italiano con il significato di "breve, conciso", riferito al modo di parlare o scrivere, in quanto si attribuiva agli Spartani l'abitudine all'espressione sobria e sentenziosa.

Qual è l'etimologia di laconico?

Una risposta laconica è una risposta breve, di poche parole. ... Da qui il termine laconico, poiché gli spartani abitavano in Laconia. Tornando alla spiegazione contenuta del dizionario: "Conciso ed evasivo come si dice che fosse il parlare degli antichi spartani".

Cosa vuol dire il termine spartano?

In senso fig., severo, rigido e austero; leggi, regole s.; educazione, disciplina s.; uno spirito s.; come locuz. avv., alla spartana, con severità e austerità. Talora anche, spec. in usi scherz., con riferimento a oggetti concreti, in quanto semplici, limitati all'essenziale: un arredamento s.; una cena spartana.

Cosa vuol dire stare a cuore?

stare a cuore Essere amareggiati, addolorati, oppressi da un dispiacere, oppure da un rimorso, una delusione, un rimpianto o simili.

Cosa vuol dire vivere in modo spartano?

Avv. spartanaménte, fig., in modo severo, austero e sobrio: vivere spartanamente; educare spartanamente i giovani.

Quali sono le virtù di un buon spartano?

La virtù fondamentale e quasi unica del cittadino spartano è l'obbedienza; il fanciullo deve obbedienza alle gerarchie che stanno sopra di lui, dal βουαγός (buagos) al paidonomo, con accanto dei “bastonatori”, i μαστιγόφοροι (mastigoforoi), pronti a far eseguire le eventuali sentenze.

Post correlati: