adplus-dvertising

Come si usa il parcometro?

Sommario

Come si usa il parcometro?

Come si usa il parcometro?

Inserendo subito le monete, il parcometro stamperà il ticket in base all'importo inserito: sul display appaiono data e orario di fine sosta. In entrambi i casi, premendo il pulsante verde "ticket", il parcometro stampa il ticket da esporre in vettura.

Come si chiama il parcheggio a pagamento?

Tipologie. Parchimetro, dispositivo posto dinanzi alla piazzola, quindi specifico per ogni parcheggio. Paga ed esponi, (Parcometro) sono basate su un apparato di emissione di biglietti da posizionare all'interno del veicolo sul cruscotto, sul parabrezza o sul finestrino del passeggero.

Come funziona il parchimetro con targa?

Come funziona. Nei parcometri oggetto di sperimentazione, al momento del pagamento del ticket sarà obbligatorio digitare l'intera targa, altrimenti il sistema non emetterà alcun tagliando. Ad esempio, nel caso di targa aa123xx, dovranno essere digitate in sequenza tutte le lettere e i numeri che la compongono.

Quanto costa un parchimetro?

Fino ad oggi la gestione della sosta a pagamento sulle strisce blu è avvenuta utilizzando personale interno e noleggiando i parcometri da una ditta esterna; il costo di noleggio per l'intero 2017 è stato di circa 148.000€, ossia 179,61€ al mese (oltre Iva) per ciascun dispositivo.

Come si paga il parchimetro?

pagare al parcometro con carta di credito o bancomat (nei parcometri abilitati); sottoscrivere un abbonamento (dove previsto); acquistare una tessera prepagata, ricaricabile al parcometro (dove previsto);

Come funzionano i parcheggi a pagamento?

Il pagamento può essere effettuato servendosi dei parcometri - le macchinette posizionate in strada, funzionanti in genere con monete - oppure acquistando i tagliandi “gratta e sosta” nei punti di rivendita autorizzati, posti in prossimità delle strisce blu.

Cosa sono i parcheggi gialli?

LE REGOLE DELLE STRISCE GIALLE In genere i colori delle strisce di delimitazione degli stalli di sosta sono bianco per gli stalli di sosta non a pagamento, blu per gli stalli di sosta a pagamento e giallo per gli stalli di sosta riservati.

Perché esistono le strisce blu?

STRISCE BLU: A COSA SERVONO (ALMENO IN TEORIA) Sulla carta, le strisce blu aumentano la disponibilità di parcheggi, grazie alla rotazione della sosta che si determina con il pagamento della tariffa. Stimando una rotazione media di 2 ore nell'arco della giornata, 8.000 stalli blu equivalgono a 35.000 posti auto.

Come pagare il parchimetro?

pagare al parcometro con carta di credito o bancomat (nei parcometri abilitati); sottoscrivere un abbonamento (dove previsto); acquistare una tessera prepagata, ricaricabile al parcometro (dove previsto);

A cosa serve il disco orario in macchina?

Il disco orario è un dispositivo utilizzato sui veicoli per segnalare l'ora di inizio della sosta nelle aree in cui questa può avvenire solo per un tempo limitato.

Post correlati: