adplus-dvertising

Qual è il contrario di ruvido?

Sommario

Qual è il contrario di ruvido?

Qual è il contrario di ruvido?

≈ aspro, grinzoso, (non com.) rozzo, rugoso, scabro, [di pelle o buccia] granuloso, [di barba, peli e sim.] ispido. ↔ levigato, liscio, morbido, setoso.

Qual è il contrario di trasparente?

[di acqua, aria, ecc., che consente la massima visibilità] ≈ chiaro, cristallino, (lett.) diafano, limpido, nitido, terso. ↔ opaco, torbido, velato.

Qual è il contrario di pubblico?

CONTR sconosciuto, segreto, nascosto.

Che significa in virtù di?

In virtù significa a volte “grazie a”, “per merito di”, “per effetto di”, “avvalendosi di”, “avendo queste capacità”, che è il modo più semplice, mentre altre volte significa “per coerenza”, “facendo fede”, dipende dal caso.

Quali sono le virtù di un uomo?

Seguendo Aristotele, Tommaso distingue le virtù umane in intellettuali e morali; tra queste ultime le virtù cardinali (cioè principali) sono quelle indicate da Platone: la saggezza (o prudenza), il coraggio, la temperanza (o moderazione) e la giustizia.

Cosa vuol dire essere una persona trasparente?

Schietto, sincero, incapace di finzioni o ipocrisie, che lascia trasparire quello che pensa: una persona t.; un animo t.; senza ombre, senza misteri: un uomo dal passato trasparente. ... trasparenza, n.

Qual è il sinonimo di password?

- (inform.) [parola di riconoscimento impiegata nei sistemi di elaborazione a scopo di sicurezza contro il loro uso improprio da parte di utenti non autorizzati] ≈ chiave (d'accesso), parola d'accesso (o d'ordine).

Quale il sinonimo di liscio?

≈ levigato, [di terreno e sim.] spianato. ‖ piano. ↔ ruvido, scabro, [di tessuto e sim.]

Post correlati: