adplus-dvertising

Perché si dice stacanovista?

Sommario

Perché si dice stacanovista?

Perché si dice stacanovista?

Il termine viene riferito a chiunque dimostri uno zelo e una dedizione al lavoro fuori del comune. Deriva dal movimento Stacanovista nato negli anni trenta in Russia e spinto dalla propaganda... ... Il termine viene riferito a chiunque dimostri uno zelo e una dedizione al lavoro fuori del comune.

Che significa stakanovismo?

– 1. Movimento sorto in Unione Sovietica dopo il 1935, diretto ad accrescere la produttività stimolando gli operai a un maggiore impegno (con incentivi di vario genere o attraverso la propaganda e l'emulazione), da cui potevano risultare eventuali modifiche nell'organizzazione del lavoro. 2.

Come si chiama uno che lavora sempre?

Cosa significa il termine stacanovista (o, meno corretto, stakanovista)? ... La definizione di stacanovista è di una persona che è molto operosa nella sua attività di lavoro, svolgendo la propria attività con scrupolo o che si sottopone a ritmi di lavoro molto serrati.

Come si chiama la persona che non ha voglia di fare?

infingardo, (lett.) neghittoso, nullafacente, ozioso, scioperato, sfaticato. ↔ alacre, attivo, laborioso, operoso, solerte. s. m. (f.

Come si può definire il lavoro sotto il profilo economico?

Il lavoro è una prestazione fisica o mentale in cambio di una retribuzione e trae vantaggi economici stando anche psicologicamente bene. ... Gli imprenditori sono coloro che investono il loro denaro in un'impresa allo scopo di ottenere un profitto, cioè un guadagno economico.

Come si dice una persona che ha voglia di fare?

VOLENTEROSA o DILIGENTE, se ha molta voglia di fare e buona volontà, che le piaccia o no.

Come si dice quando una persona lavora?

sfaccendato: approfondimenti in "Sinonimi_e_Contrari" - Treccani.

Cosa si intende per lavoro effettivo?

Ai sensi del RD n. 692/1923 veniva considerato lavoro effettivo ogni lavoro che richiedeva un'applicazione assidua e continuativa. Il concetto di lavoro effettivo, fino all'entrata in vigore del decreto legislativo n. 66/2003, è stato dunque il parametro di riferimento delle disposizioni concernenti l'orario di lavoro.

Cosa spetta al lavoratore in caso di trasferimento?

Indennità di trasferimento: un esempio rimborso della spesa per il trasloco (trasporto del mobilio e del bagaglio); rimborso dell'eventuale perdita di pigione (canone d'affitto). Questo rimborso va corrisposto per un massimo di 6 mesi; diaria non inferiore al doppio della quota giornaliera di retribuzione.

Come descrivere un uomo?

aggressivo, aitante, allegro, ambizioso, ammalato, anonimo, appassionato, arrogante, atletico, attraente, barbuto, biondo, bravo, calvo, castano, conosciuto, creativo, crudele, curato, debole, delicato, diplomato, divertente, effeminato, equilibrato, eroico, erudito, esile, famoso, galante, geloso, glabro, immaturo, ...

Post correlati: