adplus-dvertising

Quando la donna si sposa prende il cognome del marito?

Sommario

Quando la donna si sposa prende il cognome del marito?

Quando la donna si sposa prende il cognome del marito?

Sulla regola dell'acquisizione del cognome del marito, l'articolo 143 bis del Codice Civile recita espressamente “La moglie aggiunge al proprio cognome quello del marito e lo conserva durante lo stato vedovile, fino a che passi a nuove nozze”.

Come indicare il cognome del marito?

La normativa attuale sul diritto di famiglia però prevede che la moglie conservi il suo cognome di nascita e che il cognome del marito non venga riportato in nessun documento (carta d'identità, patente, passaporto). Si può però far aggiungere nei documenti ufficiali la dicitura "coniugata XXX".

Da quando in Italia la moglie non prende il cognome del marito?

Volendo approfondire, una sentenza della Corte di cassazione nel 1961 precisa: l'art. 143 va interpretato nel senso che la moglie ha il diritto, non l'obbligo, di aggiungere il cognome del marito al proprio (13 luglio 1961).

Dove le donne prendono il cognome del marito?

In Francia le donne prendono automaticamente il cognome del marito, mentre in Germania possono scegliere, infatti la cancelliera Merkel porta il cognome addirittura del primo marito.

Quando ti sposi cambi cognome?

Per cambiare il cognome dopo il matrimonio, assumendo anche il cognome del marito insieme al proprio, bisogna presentare apposita domanda alla prefettura del proprio Comune di residenza. Nella domanda bisogna esplicitamente dichiarare che si vuole aggiungere il cognome del marito al proprio.

Quali sono gli obblighi reciproci dei coniugi?

Diritti e doveri reciproci dei coniugi. Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. Dal matrimonio deriva l'obbligo reciproco alla fedeltà, all'assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell'interesse della famiglia e alla coabitazione.

Come deve firmare una donna sposata?

Dunque per la legge italiana la donna sposata assume il cognome del marito e lo aggiunge al proprio solo nei rapporti sociali, ne consegue che in ogni atto, registrazione e documentazione amministrativa la moglie deve firmare con con il cognome da nubile, a pena di nullità.

Come si fa a cambiare il cognome?

Per cambiare nome o cognome bisogna presentare un'istanza al prefetto della provincia del luogo di residenza o di quello nella cui circoscrizione è situato l'ufficio dello stato civile dove si trova l'atto di nascita al quale la richiesta si riferisce.

Come si firma un biglietto di auguri marito e moglie?

La regola generale è che nei biglietti personali di auguri o di ringraziamento inviati singolarmente o in coppia, possibilmente scritti a mano, ci si firma solo con il nome. Si aggiunge invece il cognome quando i destinatari sono autorità o istituzioni.

Perché i bambini prendono il cognome del padre?

L'utilizzo del cognome paterno affonda le sue radici nella tradizione romanistica e, in particolare, nella potestà maritale. ... 237 c.c., prevedeva, tra i fatti rilevanti ai fini dell'accertamento del possesso di stato, che la persona avesse sempre portato il cognome del padre che essa pretende di avere.

Come modificare il cognome delle donne sposate?

  • In Italia le donne sposate conservano il loro cognome. Pertanto per poter modificare a tutti gli effetti il proprio cognome aggiungendovi quello del marito occorre invece intraprendere la pratica di modifica dello stesso rivolgendosi al Ministero dell'Interno.

Qual è il cognome della moglie?

  • Il nostro ordinamento, nonostante la riforma del diritto di famiglia del 1975, che ha sancito la parità dei diritti e doveri tra marito e moglie, conserva un retaggio della società patriarcale in una norma, l’art. 143 bis del codice civile, che riguarda il cognome della moglie.

Qual è il cognome dei coniugi dopo il matrimonio?

  • Il cognome dei coniugi secondo la legge. La disciplina sull’acquisizione del cognome del marito dopo il matrimonio è contenuta nell’articolo 143 bis del Codice Civile che dice espressamente: La moglie aggiunge al proprio cognome quello del marito e lo conserva durante lo stato vedovile, fino a che passi a nuove nozze.

Post correlati: