adplus-dvertising

Che cos'è la legge 180 78?

Sommario

Che cos'è la legge 180 78?

Che cos'è la legge 180 78?

La Legge Basaglia (Legge 13 maggio 1978, n. 180 - "Accertamenti e trattamenti sanitari volontari e obbligatori"), disponendo la chiusura dei manicomi ha segnato una svolta nel mondo dell'assistenza ai pazienti psichiatrici, una cesura con il passato dalla quale non si può che andare avanti sulla strada della dignità.

In che anno hanno chiuso i manicomi?

13 maggio 1978 Il 13 maggio 1978 entrò in vigore la legge 180, impropriamente nota come Legge Basaglia. L'effetto più importante di quel provvedimento legislativo, oltre ad estendere la libertà di cura anche ai malati mentali, fu la chiusura dei manicomi, ufficialmente ospedali psichiatrici ma, in molti casi, veri e propri lager.

Come mai hanno chiuso i manicomi?

Per decenni moltissime persone furono rinchiuse nei manicomi perché ritenute “devianti”. Tra queste c'erano anche omosessuali e prostitute. ... Durante il regime fascista i manicomi furono usati anche per imprigionare dissidenti politici: dal 19 gli internati passarono da 60mila a 96mila.

Cosa è cambiato con la legge Basaglia?

La rivoluzione che Franco Basaglia, promotore della legge che prese il suo nome, apportò, fu quella di chiudere i manicomi in quanto “i malati di mente” sono, appunto, persone malate che hanno bisogno di essere curate. Dare dignità ai malati psichici e a riconoscerli come persona a tutti gli effetti.

Cosa era il manicomio?

Secondo Treccani, il manicòmio era "l'istituto destinato in passato al ricovero e alla segregazione dei malati di mente". ... Solo a partire dagli anni Cinquanta del XX secolo l'affermazione di una nuova concezione della psichiatria portò all'abolizione dell'istituto manicomiale in molti paesi.

Cos'è la legge del 13?

La libertà personale è inviolabile. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altra restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dell'autorità giudiziaria [cfr.

Chi ha voluto la chiusura dei manicomi?

Alla legge è associato comunemente il nome di Franco Basaglia (psichiatra e promotore della riforma psichiatrica in Italia). Estensore materiale della legge fu lo psichiatra e politico democristiano Bruno Orsini. Inizialmente, con il DPR 14 aprile 1978, n.

Chi entrava in manicomio?

Nei manicomi provinciali italiani, sparsi in tutto lo stivale, entravano malati affetti da disturbi mentali ma anche persone che avevano la colpa di rappresentare un pericolo per la società, un rischio, un semplice imbarazzo (senza tetto, sbandati e principalmente oppositori politici).

Chi veniva rinchiuso in manicomio?

Nei manicomi si ritrovavano rinchiusi insieme non solo i malati mente, ma anche coloro che erano ai margini della società, dai barboni ai piccoli delinquenti, dalle prostitute agli insufficienti mentali, dagli omosessuali agli alcolisti.

Come erano organizzati i manicomi prima della legge Basaglia del 1978?

La legge però è stata unanimemente definita «una legge di civiltà». Prima della 180 era c'era la legge 36 del 1904, per la quale venivano internate nei manicomi le persone «affette per qualunque causa da alienazione mentale». ... In manicomio finiva chi era ai margini della società, ma anche gli omosessuali e tante donne.

Qual è il significato della Legge Basaglia?

  • Il significato della legge Basaglia. Prima della Legge 180/1978 i malati con disturbi psichici erano considerati irrecuperabili e pericolosi socialmente, pertanto venivano allontanati dalla società, emarginati e rinchiusi nei manicomi.

Cosa sancisce la legge Basaglia?

  • La Legge numero 180 del 13 maggio 1978, conosciuta come Legge Basaglia, sancisce, in Italia, la tematica degli accertamenti e trattamenti sanitari volontari e obbligatori. Si tratta di una Legge particolare, poiché tocca degli argomenti molto delicati, stravolgendo il modo che fino a quel momento

Quando viene associata a Francesco Basaglia?

  • Da sempre, però, viene associata al nome dello psichiatra veneziano Franco Basaglia, principale esponente del movimento che il 13 maggio 1978 culminò nell'approvazione di quella legge che ha avviato la rivoluzione degli istituti psichiatrici italiani, stabilendo la chiusura dei manicomi.

Post correlati: